mercoledì 26 marzo 2008

Il "Circo degli orrori"....tanto per cambiare...





Notizia di ieri di Repubblica (e poi ripresa da molte testate, anche televisive): una famiglia di Bulgari (padre, madre e due figlie) era tenuta praticamente in schiavitù nel circo "Marino".
E proprio con l'accusa di riduzione in schiavitù, sono finiti in manette Enrico Raffaele Ingrassia, 57 anni, il figlio William, 33 anni, entrambi di Santa Croce di Magliano in provincia di Campobasso, e il genero Gaetano Belfiore, di 25 anni, di Lucera (Foggia). Tutti e tre titolari del circo "Marino".
Una delle figlie doveva rimanere in una vasca di acqua gelata, attorniata da piranha; l'altra figlia, minorenne, veniva tenuta in un contenitore dove le venivano gettati addossi dei rettili; i genitori dovevano montare-smontare il circo e portare i poveri animali da un luogo ad un altro del circo. Il tutto per 100,00 € al mese.
Notizia sicuramente da segnalare per la cattiveria e violenza dimostrata nei confronti di questa povera famiglia, ma non dobbiamo sottovalutare che tipo di trattamento potevano riservare queste sottospecie di uomini a tutti gli altri poveri esseri viventi che erano tenuti in gabbia in questo "circo degli orrori" e che, come la famiglia di bulgari, dovevano sicuramente subire le loro angherie e una crudeltà infinita.

Dovrebbe essere logico che ci sia indignazione da parte di tutti: un gruppo di vere bestie, come erano gli aguzzini proprietari del circo, che avevano ridotto in schiavitù un intero nucleo familiare, figuratevi come potevano trattare e sicuramente "violentare" le tigri, gli elefanti, le scimmie e tutte le altre creature che avevano avuto la sfortuna non solo di dover LAVORARE in un circo (cosa che già di per sè denaturalizza e sfinisce la "vita" - se di vita si può parlare quando è quella trascorsa in un circo- di qualunque animale), ma addirittura in un circo-lager, che non voglio nemmeno provare ad immaginare a quali sopraffazioni li abbia costretti.

Quindi ancora una volta, un appello indispensabile ed indiscutibile a boicottare qualunque circo utilizzi ancora degli animali, per far divertire sempre meno persone.
E chiediamo anche, con sempre più forza, lo stop delle sovvenzioni statali per far sopravvivere questi baracconi inutili, crudeli, violenti, inumani e senza più significato.
Fate del bene A VOI e Ai VOSTRI FIGLI, andate a vedere solo i circhi che non utilizzano ANIMALI.

Grazie

6 commenti:

Alessio ha detto...

Ciao, mi fa piacere che hai trovato interessante il mio blog, ti ho aggiunto tra gli amici.

Claudio ha detto...

Grazie e mi raccomando, se ti capita torna ogni tanto a vedere se c'è qualcosa di interessante sul mio blog.
Ciao e buona serata!

Claudio

Dama Verde ha detto...

Ciao Claudio, la notizia che hai postato sembra un incubo.
L'ho trovata scritta in diversi quotidiani e in rete, ma ancora sono instupidita da questi orrori.
Sconvolgente.
Buona serata!

`°*ஜღ moka ♥ღஜ*°´ ha detto...

ciao claudio, grazie mille per aver accettato lo scambio link!!
leggo il tuo post con molta tristezza, la mia anima piange lascrime amare di fronte a orrori come questi. e come mio solito, non sono riuscita a leggere fino in fondo...... ma con il cuore è come se lo avessi fatto.
ciao ciao a presto!

veronica ha detto...

Ti segnalo una canzone! Parla di una storia realmente accaduta in Sardegna: un uomo di 60 morto legato ad un letto e sedato.

Qui puoi scaricare il brano (un rap) e ascolatarlo gratuitamente.
http://www.crcposse.org/ita/crcposse.audio.htm

Qui invece puoi saperne d più sulla storia
http://www.comitatogiuseppecasu.it/index.htm

Ciao Veronica

Claudio ha detto...

Grazie mille Veronica della tua notizia di questa tragica e assurda storia....al momento non posso ascoltare la canzone (non ho le casse...) ma lo farò al più presto.
Ciao e buona giornata!

Claudio